Terra di antica vocazione pastorale, oggi il territorio di Villavallelonga ha saputo sapientemente preservare produzioni agricole e artigianali caratteristiche.
E’ questo un territorio ricco di tradizioni e saperi che si tramandano di padre in figlio.

Manifestazioni – feste, sagre ed eventi

Festa di Sant’Antonio Abate 16-17 gennaio;
Feste dei Santi Leucio, Rocco, Nicola 1-4 settembre;
Madonna della Lanna ultima domenica di aprile.

Usi e costumi

Sagra della pecora seconda domenica di agosto,
Distribuzione di fave e “frascareje” 12-15 gennaio,
“Panarda” di Sant’Antonio Abate 16 gennaio;
“Ballo della pupazza” corteo di maschere 17 gennaio.

Gastronomia Locale

“Sagne maritate”: pasta fresca a base di acqua e farina tagliata in modo irregolare e poi condita con noci, peperoni tritati e mentuccia .
“Frascareje”: impasto di farina acqua e uova ridotto in granelli cotti a mò di polenta e conditi con sugo di pecora e formaggio.
“Ceci granati”: zuppa di legumi.
“L’acqua cotta”:che ora può essere definito come un cibo ricercato è un antico piatto di Villavallelonga e veniva ricavato dalle rimanenze di cucina che messe in un calderone di acqua venivano fatte bollire con della pancetta, salsicce e olio di oliva, poi il tutto veniva servito in un piatto con del pane raffermo, un uovo crudo e del pecorino.
“Pizza i brebba”: pizza rustica con farina di granturco salsiccia e pancetta.